Il massaggio sonoro armonico (secondo la scuola di Albert Rabenstein) può essere realizzato per ottenere profondo rilassamento, quiete mentale ed equilibrio emozionale, o come trattamento per un problema concreto.

Si tratta di un massaggio sonoro-vibrazionale che coinvolge il corpo nella sua totalità. Gli strumenti utilizzati (campane tibetane armoniche o diapason) posizionati direttamente sul corpo, producono vibrazioni che, usufruendo della capacità di penetrazione delle onde acustiche, hanno il potere di indurre uno stato di riposo e di rilassamento profondo agendo su corpo, mente e spirito.

 

Può essere realizzato per ottenere:

  • profondo rilassamento
  • quiete mentale 
  • equilibrio emozionale
  • come trattamento per un problema concreto.

 

Tutto è vibrazione, tutto ciò che esiste vibra, tutto è in movimento, è una verità universale affermata dalle culture ancestrali e confermata dalla scienza. Ma il tutto non vibra in un modo qualsiasi. C’è un ordine, uno schema visibile tra tutte le vibrazioni, che unisce il modo in cui esse si relazionano tra loro. Questo ordine, relazionato con concetti studiati nella geometria sacra, la proporzione aurea, il numero d’oro, la serie di Fibonacci, ecc... è stato definito Armonia da Pitagora, nei suoi studi sulla vibrazione delle corde.

I suoni armonici ordinano la materia: questo perché sono frequenze che mantengono una relazione particolare tra loro. Questa stessa relazione può essere osservata in tutta la natura, per questo quando ascoltiamo una ciotola armonica tutte le nostre cellule sembrano riconoscere quel suono, ricordano la loro vibrazione originale e si riordinano. Anche solo ascoltando questo suono, il cervello abbassa la sua frequenza di vibrazione e raggiunge lo stato alfa (cioè il cervello da uno stato beta di 15-30 Hz, attività irregolare che indica uno stato di vigilanza, passa ad uno stato alfa che prevede un’attività EEG di media frequenza con 8-12 Hz che indica uno stato di rilassatezza).

 

Il suono ha una certa frequenza e il corpo la riconosce: quando fluisce attraverso il nostro corpo, agisce sulla vibrazione e torniamo a prendere contatto con la relazione armonica e quindi con il nostro un punto di equilibrio: il tutto provoca un riordino molecolare e anche un riallineamento dell’energia in qualsiasi livello si trovi bloccata.

 

Il tutto viene integrato con interventi vocali. Anche la voce ha suoni armonici naturali e può portare ad esprimere i propri stati d’animo e liberare le emozioni.

La parola "massaggio" sottolinea proprio come le vibrazioni, prodotte dalla campana, usufruendo della capacità di penetrazione delle onde acustiche, vadano a "toccare" il corpo della persona; quindi, la persona si ritrova immerso in un bagno di suoni armonici che circola in tutto il corpo (le vibrazioni si propagano soprattutto grazie all'acqua contenuta nel nostro corpo), che lo aiuterà a trovare una dimensione diversa in cui affrontare le cose.

 

Durata e frequenza di un trattamento sono molto variabili, in quanto dipendono dalla predisposizione, dal tipo di percorso che una persona ha desiderio di intraprendere, oltre che dal tipo di alimentazione e dallo stile di "vita" cui uno si attiene.

Chi si sottopone al massaggio sonoro viene invitato a mettersi in posizione di decubito, prono o supino.

Vengono proposti incontri individuali o di gruppo (come: bagni di suono, trattamento viso o colonna vertebrale con diapason, massaggio sonoro con campane tibetane armoniche, riequilibrio dei chakra).

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Irene Bottura Trento - Italy